Come pulire la piscina per la chiusura invernale

PiscinaCasaLa chiusura invernale della piscina è un’operazione davvero importante per proteggere la struttura dal gelo e salvaguardare lo stato dell’acqua. L’insieme delle operazioni di messa a riposo dell’impianto viene chiamato invernaggio e, se svolte correttamente, ti permettono di mantenere in buono stato la piscina per tutti mesi freddi. Così a primavera non sarà necessario affrontare faticosi lavori di manutenzione straordinaria e svuotare la vasca, ma ti basterà fare un trattamento d’urto e rimettere in funzione le diverse componenti dell’impianto. Un notevole risparmio di tempo e un abbattimento dei costi.

Ecco perché vale la pena chiudere la piscina interrata prima dell’arrivo dell’inverno. Il momento migliore è quando la temperatura scende al di sotto dei 15°, allora si procede ripulendo il rivestimento interno, trattando l’acqua con una superclorazione, lavando i filtri e ripulendo ogni accessorio esterno.

La procedura d’invernaggio inizia dalla pulizia delle pareti e del fondo della piscina. Tra tutte le attività forse si tratta proprio della più faticosa e lunga. Svolgerla manualmente è quasi impossibile dal momento che è sconsigliato svuotare la struttura durante il periodo invernale. La soluzione migliore è farsi aiutare dagli accessori pensati apposta per svolgere questo compito. Si tratta di sofisticati pulitori che funzionano sott’acqua rimuovendodetriti e sporcizia proprio come faresti tu a mano.

La pulizia del fondo e delle pareti: ecco gli accessori giusti

Grazie alle moderne tecnologie, oggi puoi risparmiare tempo e pulire la tua piscina a fondo senza alcuna fatica. Esistono diversi modelli di accessori per lavare il rivestimento interno, che si adattano ad ogni esigenza e budget:

  • Scopa puliscifondo manuale. Un ottimo compromesso per chi desidera una soluzione pratica ed economica. La scopa puliscifondo funziona come un’aspirapolvere subaquea ed è dotata di un manico telescopico che la rende facile da maneggiare anche in profondità.
  • Pulitori idraulici. Questo accessorio si attacca allo skimmer o alle bocchette d’aspirazione, non necessita di strumentazione supplementare e si muove autonomamente all’interno della struttura aspirando le impurità.
  • Robot automatici. Si tratta di un pulitore decisamente sofisticato, dotato di un dispositivo di controllo che gli permette di rilevare la superficie dell’impianto e di arrivare a pulire ogni angolo, comprese le pareti.

Lavare il rivestimento interno a mano va bene su una struttura di piccole dimensioni, ma se appena è un po’ più grande, allora il lavoro diventa davvero lungo e impossibile da svolgere in modo accurato. I pulitori, invece, ti facilitano la vita! Grazie a questi moderni accessori, pulire le pareti e il fondo della piscina è un gioco da ragazzi. Non solo scomparirà ogni traccia di detrito, ma tu avrai risparmiato tanto tempo da poter trascorrere a divertirti e rilassarti assieme ai tuoi cari.