Gerusalemme: viaggio nella “Città 3 volte santa”

GerusalemmeAlcuni posti sulla terra sono destinati ad essere famosi, in quanto scenari di lotte in nome della religione; posti tra i quali Gerusalemme, ove ancora oggi convivono, in un difficile e burrascoso rapporto, ebrei, musulmani e cristiani.

Un luogo dal fascino particolare che è come se volesse raccontare la sua storia, e non a caso, la parte vecchia di Gerusalemme è patrimonio dell’UNESCO, con i suoi quartieri antichi e le cui strade intrise di vena spirituale di matrice cristiana, ebraica e musulmana, con siti d’interesse storico e religioso. Ma non solo.

Il ricco patrimonio culturale di Gerusalemme infatti è raggruppato in musei storici nel Museo d’Israele, la più importante istituzione culturale del paese, tra i musei più brillanti al mondo per l’arte e l’archeologia, in particolare col Santuario del Libro, che vanta preziosi rotoli del Mar Morto.

Un paese ricco, del quale vi segnaliamo una piccola selezione di “cose” assolutamente da vedere:

  • il Tunnel di Ezechia, una galleria di 533 metri, scavata sotto l’Ophel che un tempo metteva in comunicazione la sorgente di Gihon col pozzo di Siloam e fungeva da acquedotto per fornire acqua a Gerusalemme, durante l’assedio degli Assiri;
  • il Monte del Tempio (Har Habayit), nella vecchia città, che coi suoi 2.000 anni di storia, affascina qualsiasi visitatore decida di muoversi tra i suoi luoghi d’interesse storico e religioso;
  • il Monte degli Ulivi, coi suoi ineguagliabili scorci sul quartiere vecchio di Gerusalemme, è uno luogo particolarmente mistico, in grado di offrire i migliori belvedere al mondo;
  • il mercato di Machaneh Yehuda, ove trovare il folklore più puro di Gerusalemme, facendo shopping e gustando le tipiche prelibatezze;
  • il Museo d’Israele, il più grande museo della nazione, che vanta antiche pergamene nella zona del “tempio del libro” e un modello in grande scala dell’antica Gerusalemme;
  • il Calvario di Gordon, noto anche come la “Tomba del Giardino”, sito accanto alla Golgota, ove secondo la tradizione Cristo fu crocifisso: molti ritengono la caverna il vero posto ove Gesù fu sepolto. E’ accessibile solo nel pomeriggio;
  • la Via Dolorosa, secondo la tradizione, la strada in cui Gesù fu condotto, portando la croce, verso il luogo della crocifissione;
  • la porta di Damasco, tra le porte più elaborate di Gerusalemme, accanto alla quale si trovano il mercato di frutta e verdura e Jaafar, il più famoso negozio di dolci di Gerusalemme;
  • il cimitero di Mamilla, il cimitero musulmano di Gerusalemme ove si trovano le tombe dei più noti nomi musulmani, quelle dei Mamelucchi e alcuni templi Sufisti;
  • il Monte Sion, meta imperdibile di Gerusalemme, ove fu edificato il nucleo originario di Gerusalemme, che ospita il posto in cui si tenne l’ultima cena e la tomba di Re David.

Insomma tante davvero le meraviglie da ammirare a Gerusalemme e per assicurarsi di vederle tutte, è bene andare su http://www.viaggio-in-israele.it/citta-da-visitare/gerusalemme/ e seguendo le sue esaurienti e precise guide, tracciare un tour assolutamente ricco e spettacolare!

Viaggio in Israele si propone infatti di offrire guide esaurienti sui luoghi da visitare, per chi si accinge ad intraprendere un viaggio in Israele o un pellegrinaggio in Terra Santa, offrendo informazioni interamente in italiano, da chi vive in Israele e vanta l’abilitazione rilasciata dal Ministero del Turismo e/o da interpreti di pluriennale esperienza, che hanno una conoscenza profonda del territorio, della storia e della tradizione cristiana ed ebraica.