I 5 soggetti più rappresentati nei tatuaggi

Animali

Nei tatuaggi a Milano spesso vengono rappresentati gli animali. Qualche decennio fa andava moltissimo il delfino ma oggi si opta più per il lupo o il cervo che spesso viene contornato da disegni di tipo geometrico. Un altro animale che si vede molto spesso è il cavallo ma spesso sono i gatti i protagonisti del tatuaggio. Si tratta di piccolissimi tatuaggi con segni stilizzati che fano ricordare la figura di un gatto oppure si preferisce un gatto in stile fumetto o cartoon. Nei tatuaggi in stile giapponese, le carpe non mancano mai. Un soggetto molto old school è al prodine che viene disegnata spesso speculare sul petto o anche sul ventre.

Persone

Anche le persone sono spesso ritratte e soggetti dei tatuaggi a Milano qualsiasi sia lo stile che si usa. Personaggi famosi trovano spesso posto sulla pelle di qualcuno ma spesso si disegnano soggetti viventi, fantasiosi, fantastici etc. Spesso si disegnano figure femminili come le pin up, anch’esse molto old school ancora oggi richiestissime. Nel tatuaggio in stile giapponese spesso trova posto anche una geisha anche se per la tradizione non farebbe parte dei soggetti da riprodurre.

Elementi naturali

Altri tatuaggi a Milano hanno come protagonisti elementi naturali come possono essere i fiori. Spesso gli stili di tatuaggi che hanno una lunga tradizione alle spalle prediligono elementi della natura.

Il simbolo dell’infinito

Uno degli elementi che ogni tatuatore ha fatto almeno una decina di volte è il simbolo dell’infinito. Ci sono moltissime persone che desiderano tatuarsi questo simbolo matematico che rappresenta l’infinito, infatti.

Le scritte

Infine, i tatuaggi a Milano possono avere come soggetto delle scritte. Non si tratta però di normali scritte ma di elaborate lettere che vengono riprodotte sulla pelle con un certo carattere, detto font. La scelta del font è personale come anche quello che viene scritto. Spesso si tratta di nomi ma possono anche esser delle frasi intere. La lingua utilizzata può anche essere straniera e capita di vedere lettering con idiomi giapponesi, ebraici etc.