Il libretto della caldaia: cos’è, che sezioni ha e chi deve custodirlo

Che cos’è

Il libretto della caldaia è un documento molto importante che ha tutte le informazioni riguardanti l’apparecchio in uso. È una specie di quadernetto redatto in una singola copia che viene dato nel momento in cui la caldaia viene installata.

Le sue sezioni

Il libretto della caldaia è un documento che ha diverse sezioni e le principali sono praticamente due: la prima pagina e lo storico interventi.

La prima pagina. Nella prima pagina vi sono segnate tutte le caratteristiche dell’apparecchio in uso, come la marca e il suo modello. Vi è anche scritta la data in cui è stata installata e il tecnico a cui fare riferimento per ogni eventualità. Per conoscere la potenza della caldaia è sufficiente controllare in questa sezione. Inoltre, vi è anche la firma di chi è il responsabile della caldaia, il quale potrebbe cambiare in base ai diversi casi.

Lo storico interventi. Una sezione davvero molto importante del libretto è lo storico interventi che deve essere aggiornato di continuo. Ogni volta che la ditta di manutenzione e assistenza caldaie Savio Roma fa un lavoro sulla caldaia, sia esso di tipo ordinario che straordinario, deve annotare sul libretto che cosa è stato fatto. In particolar modo se il tecnico dovesse cambiare, questa sezione aiuta il nuovo manutentore a capire che è stato fatto.

Chi lo deve conservare

Il libretto della caldaia deve essere conservato dal suo responsabile che però può cambiare in base ai casi, come per esempio nel momento in cui l’appartamento viene dato in affitto. Il libretto deve sempre essere presente in casa in maniera da poter lo dare alla ditta di manutenzione e assistenza caldaie Savio Roma in maniera che possa scrivere quello che serve. Questo vuol dire che anche nel momento in cui l’inquilino dovesse andarsene, il libretto non deve essere portato via ma deve essere ceduto al prossimo responsabile, che può esser un nuovo inquilino oppure il padrone di casa.