Vetro box doccia: come sceglierlo?

Il box doccia è un elemento che caratterizza moltissimo il bagno e questo può esser di diverse tipologie in base alle preferenze e il vetraio Milano va sempre interpellato per i lavori più minuziosi.

Il cristallo trasparente

Si parte sempre dal classico vetro trasparente, cristallo che è molto elegante ma si può avere anche un vetro opaco che non faccia vedere da fuori il corpo. in altri casi, c’è chi preferisce un vetro sia trasparente che opaco, con delle particolari strisce orizzontali di vetro opaco che possano nascondere i punti del corpo. è infatti personalizzabile la tipologia di cristallo per il box doccia.

Il vetro colorato

Ci sono però moltissime altre tipologie di vetro per il box doccia che sono oggi disponibili dal vetraio Milano e dintorni, come i vetri colorati che permettono di avere un design molto particolare nel bagno e creare dei contrasti di colori molto interessanti, perfetti soprattutto per chi adotta soluzioni di acqua design magari con led colorati dentro il box per delle docce con aromaterapia. Per ottenere il vetro colorato si aggiungono al vetro allo stato liquido, quando raggiuge alte temperature, altri materiali come oro, argento o rame colloidale.

Il vetro cincillà

Il vetro in stile cincillà è una tipologia che riproduce sulla superfice del vetro una serie di piccoli rilievi in 3D con lo scopo di creare una superfice non trasparente. Si usa moltissimo questo tipo di vetro per le finestre del bagno oppure anche per il box doccia anche se oggi questo tipo di stile si usa meno rispetto al passato. Si chiama così perché pare che il disegno riproduca il pelo del piccolo roditore.

Il vetro autopulente

Il vetro autopulente si usa oggi moltissimo perché il cristallo trasparente della doccia è quello che può presentare più problemi per colpa del calcare che si depositata sula sua specifiche, cerando così dei problemi di macchie che sono brutte da vedrei in un bagno dallo stile curato.