Cos’è un congresso politico

office desk and chair

Il congresso politico è una riunione periodica, che si svolge con cadenza annuale o biennale, generalmente stabilita con molto anticipo e a cui partecipa un alto numero di persone. Di solito, in un congresso politico si ritrovano gli aderenti ed i sostenitori di un partito, legati tra loro da ideali e valori, incarnati generalmente da un leader, che si pone a capo del movimento o partito. Proprio il leader organizza il raduno, chiamando a raccolta i suoi sostenitori. Il congresso si svolge sempre nello stesso posto, diventato negli anni un luogo simbolo per gli aderenti al partito stesso. Si tratta, dunque, di un’assemblea generale, che può durare uno o più giorni e alla quale interviene non solo il leader, ma anche i più alti rappresentanti del partito, suoi più fidati collaboratori. Il congresso politico ha come scopo quello di rinforzare la coesione del movimento, presentare nuovi esponenti entrati a far parte della squadra nel corso del tempo, lanciare e diffondere il messaggio politico, rinnovare i valori e gli ideali di cui il partito si fa portavoce. Inoltre, il congresso è occasione utile per riunire tutti gli aderenti con un incontro o evento di networking, creando maggiore coinvolgimento ed impegno da parte di questi ultimi, incoraggiando all’azione e alla concreta realizzazione dei programmi stabiliti. Nel corso di questa particolare assemblea, il leader, i rappresentanti e tutti i delegati di partito hanno l’opportunità di parlare al cuore dei loro sostenitori, lanciando nuove idee e nuovi programmi, aggiornando i partecipanti sugli ultimi risultati raggiunti e pianificando i passi da compiere nell’immediato futuro. Inoltre, il congresso politico permette ai vertici di segnare le differenze con gli avversari, allontanando il rischio di una disaffezione da parte del pubblico sostenitore. In questo modo, il partito avrà la possibilità di confermare l’adesione dei suoi simpatizzanti e provare a coinvolgere nuovi adepti, al fine di allargare il numero dei consensi. L’organizzazione e la pianificazione dell’evento sono sicuramente le parole chiave che potranno decretare il successo di un congresso politico. Infatti, giocando proprio sul fattore tempo, visto che il congresso si riunisce con cadenza annuale o biennale, l’organizzazione può essere curata nel minimo dettaglio. Organizzazione che dovrà prevedere non solo la precisa pianificazione degli interventi, ma anche una perfetta cura della location. Infatti, i partecipanti dovranno essere accolti in un luogo che ricordi loro dove si trovano e qual è il motivo per cui si trovano riuniti proprio lì. Dunque, sarà fondamentale esporre manifesti, simboli e volti dei rappresentanti, che coinvolgano i sostenitori e trasmettano a questi ultimi il senso di appartenenza, la forza delle idee, il convincimento e l’impegno per il perseguimento di obiettivi e programmi. Dunque, i partecipanti dovranno sentirsi accolti e apprezzati, attesi e considerati, perché possano essere sempre più toccati dagli ideali e dai valori che il partito trasmette. Infine, ogni intervento dovrà essere ben studiato, ma mai banale né scontato. I sostenitori desiderano ascoltare le novità, vogliono essere presi per mano e convinti che ancora ne vale la pena. Convinti che valga ancora la pena rinnovare la loro fiducia a quei volti in cui si spera e a cui ci si aggrappa per un cambiamento. Pertanto, il congresso politico rappresenta sicuramente un’occasione unica per ridurre le distanze tra i vertici e la base e far sì che i sostenitori si sentano parte di una famiglia. E, dunque, non solo una slot machine a cui il leader politico tira la leva per tentare ottenere ciò di cui ha bisogno.